Benvenuti su Assoculturasicurezza!

Il sito dell'Associazione per la Promozione alla Cultura della Sicurezza

Denominazione – Scopo – Sede – Rappresentanza – Consiglio Direttivo

Art. 1) Si costituisce l’Associazione per la Promozione alla Cultura della Sicurezza da ora in avanti denominata “Assoculturasicurezza” o “Associazione”. L’Associazione non ha fine di lucro.

Art. 2) Scopo di Assoculturasicurezza è il complesso di tutte le azioni ed attività, rivolte all’ottenimento della promozione, la sensibilizzazione e la diffusione di tutte le tematiche relative e riferite alla cultura della sicurezza, in ogni campo scientifico, quale ad esempio quello civile, industriale, stradale, scolastico, aerospaziale, navale e portuale e per quanto riguarda la sicurezza personale, antintrusione e videosorveglianza, logistica e trasporti, sicurezza domestica, ambientale, sicurezza nei luoghi di lavoro, per attività sportive e ricreative, sicurezza informatica e per tutti gli altri temi non compresi, che di volta in volta si riterranno utili, al fine del compiuto raggiungimento  degli obiettivi statuari.

Art. 3) L’associazione, relativamente all’enunciato dell’art. 2, promuoverà ed attuerà le opportune e dedicate iniziative di informazione, formazione ed addestramento ed iniziative collaterali ed a loro associate, quali convegni, seminari, corsi, ma anche manifestazioni e spettacoli, tali da comprendere le tematiche su esposte ed altresì anche le opportune iniziative di associazionismo per ottenere le finalità di costituzione e tutti gli obiettivi istituzionali, posti in capo all’Associazione stessa.

Art. 4) Assoculturasicurezza svolgerà tutte le azioni di progettazione, gestione, attuazione e controllo delle proprie attività istituzionali ed iniziative, avvalendosi se necessario del supporto e della collaborazione di soggetti esterni, istituzionali e privati, aventi anch’essi finalità e scopi simili o complementari, potendo con questi ultimi stipulare e promuovere accordi di collaborazione e di partenariato, convenzioni, anche in forme quali associazioni temporanee o consortili, in accordo alle prerogative di Legge e Norme vigenti.

Art. 5) L’Associazione si potrà avvalere della collaborazione dei propri associati e/o di altre collaborazioni esterne individuali per il raggiungimento dei propri scopi.

Ad. 6) La Sede di Assoculturasicurezza è in Genova, Via Rino Mandoli, 65/4 scala sin. 16139 e se ritenuto opportuno, potranno essere istituite altre Sedi secondarie ed operative o di rappresentanza, presso altri territori, regionali e nazionali.

Art. 7) La Rappresentanza Legale dell’Associazione spetta al Presidente del Consiglio Direttivo, eletto dai suoi appartenenti. Fanno parte del Consiglio Direttivo i Responsabili dei Settori di attività, a fronte delle quali l’Associazione è strutturata.

I Responsabili dei Settori di attività sono in prima istanza i Soci Fondatori ed in futuro coloro che a fronte di spiccate professionalità nei loro campi, potranno farne parte, dotati tutti di autonomia di proposta ed iniziativa per quanto riguarda I rispettivi Settori, nel rispetto dell’obbligo di informare il Presidente, relativamente ad impegni operativi e di spesa che dovessero essere necessari per il loro supporto. Lo status di responsabile di Settore, sarà deliberato dal Consiglio Direttivo, con un Atto formale del Presidente. Tale delibera dovrà essere sottoposta a ratifica in sede di assemblea annuale degli associati.

Associati – Quote associative – Regolamento operativo

Ari. 8) Possono far parte dell’Associazione le persone fisiche, le personalità giuridiche, associazioni e qualsiasi organizzazione od ente che condivida le finalità istituzionali do quest’ultima e che siano in possesso di elevati requisiti morali.

Lo stato di associato non è trasmissibile e con la presentazione della domanda di ammissione, il soggetto si impegna a condividere le finalità ed obiettivi culturali dell’Associazione ed anche favorirne la partecipazione attiva, al fine di garantirne la vita e lo sviluppo della stessa.

Art. 9) L’ammissione dei nuovi associati è deliberata dal Consiglio Direttivo che determina anche l’eventuale sospensione dell’associato, motivandone la decisione. Tutte le decisioni deliberate del Consiglio Direttivo, dovranno essere validate da un Atto formale da parte del Presidente.

Art. 10) L’appartenenza si considera tacitamente rinnovata con cadenza annuale ed eventuali disdette, dimissioni, dovranno essere comunicate a mezzo posta raccomandata o e-mail certificata entro il 31 dicembre dell’anno solare in corso di riferimento.

Art. 11) Il Regolamento Operativo di funzionamento dell’Associazione, sarà in seguito deliberato dal Consiglio Direttivo, promulgato con Atto del Presidente, dandone evidenza pubblica e pubblicato all’interno dell’area riservata del portale di Assoculturasicurezza che comprenderà e tratterà operativamente, tutti gli aspetti specifici di funzionamento della vita associativa, generale e di dettaglio.

Il Regolamento Operativo sarà successivamente asseverato al presente Statuto, quale parte integrante ed estensiva.

Organi dell’Associazione

Art. 12) Sono Organi dell’Associazione:

– l’assemblea degli associati;

– il Consiglio Direttivo (CD);

– il Presidente.

Art. 13) Il Consiglio Direttivo è composto da un minimo di tre ad un massimo di nove componenti, sempre in numero dispari e dura in carica tre anni. I soci fondatori sono componenti permanenti del Consiglio Direttivo, salvo rinuncia. Il CD si riunisce di norma il primo giovedì di ogni mese o altra data che potrà essere stabilita per discutere e deliberare in merito alle iniziative ed attività da porre in essere, al fine di garantire la vita ed il funzionamento dell’Associazione.

In caso di controversie, il Presidente valuta l’accadimento e l’eventuale contenzioso, decidendo con Atto formale nel merito, motivando la propria decisione. È ammessa la possibilità dell’Appello, se ritenuta necessaria da parte della parte proponente rispetto alla decisione del Presidente, riconvocando nuovamente il CD al fine di offrire od acquisire ulteriori approfondimenti per garantire la massima trasparenza ed esigilibilità degli Atti conseguenti.

Art. 14) Il Presidente può delegare ai componenti il CD compiti ed incarichi con valenza operativa, in accordo alle modalità attuative dell’istituto della delega, al fine dell’attuazione delle finalità dell’Associazione ed in base alle capacità e specificità professionali presenti.

Il Presidente può revocare i componenti del CO, anche su proposta ricevuta da parte di un altro componente, motivandone la decisione che sarà comunque sottoposta al parere consuntivo da parte del Consiglio.

Anche per queste ultime è ammesso l’Appello.

Mezzi finanziari e Patrimonio

Art. 15) Costituiscono patrimonio e mezzi finanziari dell’Associazione:

– Quote associative;

– Contributi provenienti da soggetti esterni;

– Lasciti, donazioni, elargizioni a favore dell’Associazione;

–  Contributi provenienti da soggetti pubblici e privati.

Art. 16) Il CD stabilirà le modalità di utilizzo dei mezzi finanziari disponibili che saranno destinati e vincolati alla realizzazione delle finalità associative.

Durata – Scioglimento

Art. 17) L’Associazione ha durata illimitata. Lo scioglimento dell’Associazione sarà determinata da una delle seguenti cause

La impossibilità al raggiungimento dello scopo statutario ed associativo;

– Il venir meno di tutti gli associati;

– il venir meno dei mezzi finanziari sufficienti per il mantenimento in vita dell’Associazione stessa;

– lo scioglimento deliberato dal CD.

Ogni adempimento relativo del presente articolo, sarà deliberato e ratificato, dal CD, con Atto formale del Presidente in carica.

Art. 18) 11 patrimonio dell’Associazione, in caso di scioglimento, verrà devoluto ad enti o associazioni senza fine di lucro scelti dal consiglio direttivo ed individuati nella delibera di scioglimento.

Art. 19) Ogni altra regolamentazione non compresa dal presente Statuto, sarà garantita dal Regolamento Operativo, successivamente promulgato.